Prezzi ridotti! THEE MALDOROR KOLLECTIVE "A Clockwork Highway" Visualizza ingrandito

THEE MALDOROR KOLLECTIVE "A Clockwork Highway"

code025

Nuovo prodotto

6 Articoli

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


4,92 €

-59%

11,99 €

Dettagli

Formato: CD

 

Stile: Visionary Post-Industrial-Metal

 

Info: i Maldoror hanno nel corso degli anni, e disco dopo disco, aumentato il loro potenziale malevolo, riuscendo, cosa impensabile per gli adoratori del black metal, a rendere la loro proposta sempre più cattiva, più maligna, pur allontanandosi dai clichè del black stesso, ovvero della malignità in musica per definizione. Il loro cammino è stato a tratti esaltante ed il germe del cambiamento era stato gettato con quel capolavoro di “New Era Viral Order” laddove se è vero che il black metal era presente più a livello concettuale che materiale, è pur vero che quel disco aveva una lucida cattiveria, una freddezza spietata, un odio algido, era qualcosa di veramente destabilizzante. Oggi i Thee Maldoror Kollective di “A Clockwork Highway” hanno definitivamente perso le influenze black metal eppure sono dannatamente black metal, incarnando l’essenza stessa della cattiveria, la quale ha assunto una forma minacciosa come mai prima. Hanno fatto propria l’essenza stessa del “fare ciò che vuoi sarà la tua unica legge” di crowleyana memoria e hanno deciso di usare tutte le armi a loro disposizione per farci del male, non male fisico, male cerebrale, di sconvolgere e sconfessare le nostre certezze, di farci sentire desolati in una dimensione di vuoto esistenziale, di dare l’ultimo colpo alle nostre laide convinzioni. L’hanno potuto fare con quella reale Cultura, l’indefesso Individualismo, la forte Personalità di cui sono portatori. In questa dimensione nella quale la vera Esperienza è scavare dentro se stessi per trovare le chiavi della Conoscenza, la band dilata in confini del post-metal di “New Era Viral Order” fino a che di metal non ce n’è manco l’ombra e si naufraga in un mare di vibrazioni oscure, fatte di assalti harsh noise, industrial glaciale, sofismi cibernetici che nascondono la carne e il sangue del disperato Kundhali e delle sue vetrioliche vocals, direttamente tratte da qualche incubo à la Steve Von Till, ed è facile pensare ad un figlio degenere ed apocalittico dei Tribes Of Neurot. “A Clockwork Orange” è veleno inoculato lentamente, una flebo di dolore cerebrale, un demone che striscia sotto la pelle, che arriva al cervello ed esplode in tutto il suo fragoroso odio, con tribalismi ipnotici e terrificanti, synths alieni che implodono generando miasmi di fredda luce nera, beats silicei che pulsano ora lentamente ora più velocemente, ingrossando il cuore meccanico e cigolante di questo opus, mantra tantrico e rappresentazione iconografica dell’amplesso uomo/macchina, in cui la macchina sembra essere più umana e meno razionale dell’uomo stesso.

 

Recensioni

Recensioni

Finora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

THEE MALDOROR KOLLECTIVE "A Clockwork Highway"

THEE MALDOROR KOLLECTIVE "A Clockwork Highway"

 
 
 

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche: