OTTONE PESANTE "Brassphemy Set in Stone" LP Visualizza ingrandito

OTTONE PESANTE "Brassphemy Set in Stone" LP

brass02v

Nuovo prodotto

10 Articoli

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 Punto Fedeltà. Il totale del tuo carrello 1 punto può essere convertito in un buono di 0,40 €.


17,00 €

Dettagli

Formato: LP

Stile: Brass Metal

Info: “Brassphemy Set in Stone” è il disco di debutto degli Ottone Pesante, un Trio composto da Batteria, Tromba e Trombone che suonano Metal come nessun'altra band al mondo. Originariamente uscito nel 2016 autoprodotto dalla band, questo Album ha generato apprezzamenti trasversali dalla scena metal fino a quelli dei festival busker e jazz, un passo avanti nella sfida all’idea tradizionale di metal impostato sull’architrave chitarra/basso, un punto di vista completamente nuovo, imprevedibile, al primo approccio persino improbabile, ma che dopo pochi ascolti rivela tutta la sua carica innovativa e coraggiosa.
“Brassphemy set in stone” è serrato ed estremo, sia dal punto di vista tecnico che come struttura dei brani... la ferocia e la velocità media dell’album sono impressionanti, richiedendo una capacità di sopportazione fisica e mentale non comune.

Si parte con “Brutal” manifesto programmatico del Brass Metal, una selvaggia cavalcata Brutal a cui segue senza respiro “Nights Blood”, brano in stile Melodic Death Metal, ispirato agli svedesi Dissection. E poi ancora “Torture Machine Tool”, brano ispirato ai Meshuggah, gran riff e alcuni soli di tromba del tutto inusuali: è ora di prendere fiato e come spiegato non è un caso che l’ostinato, ultra dilatato Doom di “Trombstone” sia inserito a metà scaletta: l’ascoltatore è accompagnato in una inesorabile ma lenta discesa negli inferi. Con il Grind di “Copper Sulphate”, picco di velocità di tutto il disco, si viene immediatamente rigettati nella mosh pit, mentre in “Pig Iron” e “Melodic Death Mass” a fianco del ritmo serrato e degli incastri inaspettati tipici di OP troviamo anche fraseggi melodici. “Redsmith Veins” vira verso il Thrash: il fabbro picchia duro e non risparmia energie mentre percuote il metallo e le orecchie. La chiusura è affidata ad “Apocalips” uno dei brani più strutturati del disco, una cavalcata di quasi quattro minuti dove la band vuole fare capire che ha ancora forza per aggredire l’ascoltatore.

Recensioni

Finora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

OTTONE PESANTE "Brassphemy Set in Stone" LP

OTTONE PESANTE "Brassphemy Set in Stone" LP